Archivi del mese: ottobre 2009

PIL cinese: +8,9% nel terzo trimestre 2009

Il prodotto interno lordo cinese è salito nel terzo trimestre del 2009 dell’ 8,9% rispetto all’anno precedente, mentre i consumi interni sono aumentati di ben il 17,0% ed il potere d’acquisto reale dei lavoratori urbani è cresciuto del 9,3% nello stesso periodo.

Cifre apparentemente aride che tuttavia devono rincuorare i comunisti italiani e di tutto il mondo.

Mentre infatti il capitalismo statunitense e mondiale fatica ad uscire dalla gravissima crisi finanziaria e produttiva del 2007/2009,con i lavoratori occidentali sempre più impoveriti, la Cina socialista accelera il passo della sua crescita smentendo tutte le interessate Cassandre, anche di estrema sinistra,che nell’autunno del 2008 prevedevano la rapida fine del miracolo economico cinese.

Il tasso di aumento dell’ 8,9% diventa invece un tassello di quella spettacolare dinamica produttiva che porterà la Cina a superare nel 2009 il prodotto interno lordo (a parità di potere d’acquisto) degli Stati Uniti, in precedenza la prima potenza economica del mondo, come mostreremo in un prossimo articolo.

Ma non solo. L’aumento impressionante del PIL cinese è avvenuto essenzialmente attraverso l’intervento pubblico e l’azione delle imprese di stato, mentre si è invece ridotto sensibilmente  il peso relativo della “linea nera”, del settore privato autoctono e delle multinazionali straniere all’interno del processo produttivo cinese: anche rispetto a questa positiva notizia rimandiamo ad un prossimo approfondimento.

Fonti: “CHINA’S GROWTH ACCELLERATES TO 8,9% IN 3Q”, 22 ottobre 2009,in  www.chinadaidy.com.cn

H. Chávez, 1/10/09: La Cina socialista è una grande nazione.

Il compagno Hugo Chávez, in un messaggio inviato al presidente cinese Hu Jintao in occasione del 60° anniversario della fondazione della Repubblica Popolare Cinese, ha affermato che “in nome dello spirito rivoluzionario che ci unisce, ci congratuliamo con il popolo cinese e celebriamo la sua indistruttibile volontà di emergere come nazione libera e sovrana”.

Chavez ha anche sottolineato la sua “infinita ammirazione” e un evento che “incoraggia la rivoluzione globale”, e che la Cina ha fornito un’ampia evidenza sul fatto che “non si ha bisogno di essere un impero ” (vedi Stati Uniti) “per essere una grande nazione”.

La Cina ha infine notato Chavez, “ci presenta il socialismo come una possibile e necessaria via per l’emancipazione dei popoli di tutto il mondo”.

“Cina, Venezuela Marching Towards Socialism” 1 ottobre 2009, www.presstv.com

www.cinarossa.net

motore di ricerca: Google.